IRIS sas Idee & Reti per l'Impresa Sociale - Home
IRIS sas Idee & Reti per l'Impresa Sociale
Iris
:: HOME PAGE
:: CHI SIAMO
:: LE PERSONE E IL METODO
I Nostri Servizi
:: CONSULENZA
DI DIREZIONE
:: SERVIZI
SOCIALI
:: SANITA'
E SALUTE
:: RESPONSABILITA' E
COMUNICAZIONE SOCIALE
:: PRIVACY E SISTEMI INFORMATIVI
:: PROGETTAZIONE
FINANZIATA
:: AMBIENTE
E TERRITORIO



IRIS sas Idee & Reti per l'Impresa Sociale

:: HOME PAGE

Approvati i decreti di riforma del Terzo Settore
Il Consiglio dei Ministri di venerdì 12 maggio ha approvato in via preliminare tre decreti attuativi della legge delega sulla riforma del terzo settore. I decreti approvati riguardano il Codice del terzo settore, l'Impresa sociale e il 5 x 1000.
Adesso dovrà esprimersi il Parlamento con un parere non vincolante.
La prossima settimana la newsletter di IRIS sarà interamente dedicata ai contenuti dei decreti.

Regione Toscana: individuati ulteriori attività per concessione di contributi in ambito sociale a soggetti del terzo settore
La Giunta Regionale, con la delibera n. 464, ha individuato ulteriori macro-ambiti di attività per la concessione a soggetti del terzo settore di contributi in ambito sociale, stabilendo al contempo l’entità massima dei contributi erogabili per ciascun nuovo macro-ambito di attività nonché un nuovo termine per la presentazione delle istanze di contributo.
Puoi scaricare la delibera e l’allegato dalla sezione “Normative ed Atti” del nostro sito.

Regione Toscana: elementi essenziali per l'adozione dell'avviso pubblico per la chiamata di progetti formativi rivolti a soggetti in stato di detenzione nelle carceri toscane
Con la delibera n. 473, votata nella seduta del 9 maggio, la Giunta regionale ha stabilito gli elementi essenziali per l'adozione dell'avviso pubblico per la chiamata di progetti formativi rivolti a soggetti in stato di detenzione nelle carceri toscane, ai sensi del POR CREO FSE 2014-2020.
Puoi scaricare la delibera e l’allegato dalla sezione “Normative ed Atti” del nostro sito.

Regione Toscana: implementazione progetto "Azioni e progetti sull'autonomia delle persone con disabilità"

Con la delibera n. 457 la Giunta Regionale ha approvato il progetto “Azioni e progetti sull'autonomia delle persone con disabilità- Attività 2017-2018”, pervenuto dall'Azienda USL Toscana Centro.
Scarica la delibera e l’allegato dalla sezione “Normative ed Atti” del nostro sito.

Regione Toscana: modifiche a regolamento norme per la promozione e lo sviluppo del sistema cooperativo della Toscana
La Giunta Regionale, con la delibera n. 443, ha apportato alcune modifiche al “Regolamento di attuazione della legge regionale 28 dicembre 2005, n. 73 - Norme per la promozione e lo sviluppo del sistema cooperativo della Toscana”.
Scarica la delibera e gli allegati dalla sezione “Normative ed Atti” del nostro sito.

Rapporto “Il Terzo Settore in Toscana”
È stato presentato il rapporto “Il Terzo Settore in Toscana” curato dall’Osservatorio Sociale Regionale in collaborazione con Anci, Cesvot, Copas e le tre Università toscane.
Dal volume si evince che sono 3.361 le organizzazioni di volontariato in Toscana, di cui il 32% si occupa di sanitario, il 33% di sociale, il 10% di culturale, il 7% di sociosanitario. Le cooperative sociali sono 581, di cui il 50% di tipo A, cioè impegnate nel settore sociosanitario ed educativo. La maggiore presenza è nelle provincie di Pistoia ed Arezzo.
La presenza del non profit in Toscana è tra le più alte in Italia (65 ogni 10.000 residenti contro una media italiana di 50) ma gli addetti sono 109 ogni 10.000 residenti contro 115 ogni 10.000 residenti in media in Italia: ciò significa che nel non profit in Toscana c’è una maggiore presenza di organizzazioni piccole.
Scarica il rapporto dalla sezione “Studi” del nostro sito.

Nuove linee guida per la cura di migranti forzati, vittime di tortura e violenza
È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale 3 aprile 2017, “Linee guida per la programmazione degli interventi di assistenza e riabilitazione nonché per il trattamento dei disturbi psichici dei titolari dello status di rifugiato e dello status di protezione sussidiaria che hanno subito torture, stupri o altre forme gravi di violenza psicologica, fisica o sessuale”.
L'obiettivo è di assicurare un’assistenza sanitaria in linea con la necessità di tutelare i diritti di titolari e richiedenti lo status di rifugiato e protezione internazionale, ovvero delle persone che si trovano in condizioni di particolare vulnerabilità, che hanno subito torture, stupri o altre forme gravi di violenza psicologica, fisica o sessuale.
Puoi scaricare il decreto dalla sezione “Normative ed Atti” del nostro sito.

 

Documenti
:: NORMATIVE ED ATTI
:: STUDI
:: SITOGRAFIA
:: BIBLIOGRAFIA
:: FOTO GALLERY
Utilita'
:: ACCREDITAMENTO SANITARIO
:: ACCREDITAMENTO SOCIALE
:: ISEE
:: EVENTI FORMATIVI
:: SCADENZE BANDI
:: ARCHIVIO NEWSLETTER
Newsletter