IRIS sas Idee & Reti per l'Impresa Sociale - Home
IRIS sas Idee & Reti per l'Impresa Sociale
Iris
:: HOME PAGE
:: CHI SIAMO
:: LE PERSONE E IL METODO
I Nostri Servizi
:: CONSULENZA
DI DIREZIONE
:: SERVIZI
SOCIALI
:: SANITA'
E SALUTE
:: RESPONSABILITA' E
COMUNICAZIONE SOCIALE
:: PRIVACY E SISTEMI INFORMATIVI
:: PROGETTAZIONE
FINANZIATA
:: AMBIENTE
E TERRITORIO



IRIS sas Idee & Reti per l'Impresa Sociale

:: HOME PAGE

Regione Toscana. Avviso 'Sostegno alla domiciliarità per persone con limitazione dell'autonomia'

Con il decreto dirigenziale n.11439 del 19-06-2019 è stato approvare l'avviso "Sostegno alla domiciliarità per persone con limitazione dell'autonomia" a valere sulle risorse del POR FSE 2014-2020 Asse B attività PAD B.2.1.3.A).
Gli interventi finanziabili saranno finalizzati ad accompagnare e sostenere, nell'ambito della presa in carico della persona con limitazione dell’autonomia, interventi mirati a favorirne la permanenza presso il proprio domicilio, attraverso il potenziamento e consolidamento dei servizi di cura e di assistenza familiare.
Tali interventi saranno realizzati attraverso l'erogazione di Buoni servizio alle persone aventi diritto sulla base di Piani individualizzati e secondo le modalità specificate agli art. 5 e 6 dell’Avviso.
Sono ammessi alla presentazione di progetti esclusivamente:
  • le Società della Salute, per le Zone distretto ove esse siano formalmente costituite;
e, ove non costituite
  • il soggetto pubblico espressamente individuato dalla Conferenza zonale dei sindaci integrata nell’ambito delle convenzioni per l’esercizio delle funzioni di integrazione sociosanitaria.
I soggetti attuatori dovranno avviare procedura di evidenza pubblica per la costituzione di un elenco di operatori economici autorizzati all’erogazione di prestazioni previste dall’Avviso.
Per ogni Zona-distretto dovrà essere attivata una sola procedura di evidenza pubblica.
Ciascun operatore economico potrà partecipare a più procedure di evidenza pubblica emanata da qualsiasi Zona-distretto.
Gli operatori economici selezionati all’esito della procedura di evidenza pubblica saranno inseriti in un elenco di soggetti fornitori di prestazioni e servizi finalizzati all’implementazione dei Buoni servizio oggetto dell'Avviso.
 
Consulta qui il testo del Decreto e l'Allegato A
 
 
 
 
Co-progettazione, uno spiraglio dal Tar della Campania


Il tribunale amministrativo campano con riferimento a una manifestazione di interesse finalizzata alla costituzione di un partenariato per la co-progettazione e la realizzazione degli interventi previsti da un avviso regionale POR per l’inclusione sociale, ha ritenuto non applicabile la disciplina del Codice dei contratti pubblici, sottolineando le finalità di contrasto alla povertà e alla discriminazione sociale della procedura. Indicando così una strada per uscire dal giogo delle interpretazioni restrittive di Anac ed il Consiglio di Stato.
Ne scrivono Aurora Donato e Federico Mento il 12 luglio 2019 su vita.it  
 
Leggi qui la Sentenza e l'articolo

 

Documenti
:: NORMATIVE ED ATTI
:: STUDI
:: SITOGRAFIA
:: BIBLIOGRAFIA
:: FOTO GALLERY
Utilita'
:: ACCREDITAMENTO SANITARIO
:: ACCREDITAMENTO SOCIALE
:: ISEE
:: EVENTI FORMATIVI
:: SCADENZE BANDI
:: ARCHIVIO NEWSLETTER
Newsletter